La Celentano sulla Bellucci:"Ci siamo amate da giovani"

In una intervista a <em>Diva e Donna</em> la figlia del Molleggiato racconta del suo amore per le donne: la relazione in gioventù con la Bellucci e i baci con Asia Argento

Un "amore di gioventù" con Monica Bellucci. E poi c'è quella "passione per gioco" con Asia Argento. A 43 anni Rosalinda Celentano si racconta a Diva e Donna confessando di essere ancora vergine e svelando tutta la difficoltà del rapporto con i genitori Adriano e Claudia Mori. E ancora: l'abuso di alcolici, il tentato suicidio e l'amore per le donne. "Volevo essere senza sesso sin da piccola - racconta Rosalinda come riporta anche Bergamonews - perché dobbiamo chiuderci in una identità sessuale? Per me esiste solo l'amore".

Adesso la Celentano sta girando i teatri del Belpaese con il musical Dr Jekyll e Mr Hyde con le sorelle Kessler. Con Diva e Donna prende una pausa per raccontare se stessa e fare il punto su quanto fatto sino ad ora. Smentisce la storia con Simona Borioni, con cui era stata fotografata in macchina mentre la baciava sulla bocca: "Noi ci amiamo da vent'anni, ma non siamo fidanzate per il momento, lei ha un compagno e un figlio. Mi andava di baciarla sulle labbra e allora?". Quindi racconta della storia con la Bellucci: "Ci siamo amate in gioventù, ma io mi sono sottratta, ho penato molto per lei. Le ho chiesto di fermarci al bacio. Ma è stato meglio così, quando ci vediamo ancora oggi abbiamo il magone".

"Con Asia Argento lei limoniamo. Lei mi mette la lingua in bocca e la gente passa e ci guarda schifate. Si spaventa di queste cose perché ha paura dell'amore". La figlia del Molleggiato racconta che è ancora vergine: "Sono vergine ma sono più cortigiana di tante altre che fanno sesso con uomini e donne. Tre anni fa mi hanno tolto l'utero, vivendo da asessuata si era ammalato".

"Non mi drogo ma ogni tanto ripiombo in questo problema alcolico orrendo - racconta - se ho un amore, una felicità o un dolore che non reggo allora comincio a digiunare e a bere. Ad agosto mi sono chiusa in una clinica per cinque settimane in una comunità. Sono anni che sto sul filo, nel 2003 dopo aver incontrato la vodka ho cominciato a mischiare. Sono uscita da un coma etilico, non volevo stare più su questa terra. Sono brava a combinare i farmaci". La Celentano non nasconde, nell'intervista a Diva e Donna, che il rapporto con i genitori resta difficile: "Sono due bombe, per me mamma e papà restano un mistero. Me ne sono andata via a 18 non perché non li amassi, ma erano troppo giovani per avere tre figli e gli artisti sono tropo presi da se stessi".