In cella Bosniaco falsificava carte d’identità della Croazia

Gli uomini della mobile hanno arrestato Vlado Govorusicm, bosniaco di 54 anni, responsabile di possesso di documenti falsi e contraffazione di sigilli. Nella sua baracca, nel campo nomadi di Castel Romano, gli investigatori hanno scoperto una tipografia artigianale con tanto di timbri a secco, computer, scanner e inchiostro della Repubblica di Croazia. La polizia ha rinvenuto, inoltre, numerosi stampati, copie perfette di carte d’identità croate, pronti per essere corredati dei necessari timbri di autenticità, nonchè documenti già confezionati. La sua era un’attività redditizia e i clienti erano pronti a sborsare fino a 200 euro, perché con il documento contraffatto, gli extracomunitari potevano girare liberamente nel nostro paese.