Una cella a Marassi per Lucky Luciano

Lucky Luciano a Genova? Sembra strano, ma il famoso bandito sbarcò a Genova, proveniente da Cuba, il 12 aprile 1947. Non da uomo libero, ma trascorse 18 giorni a Marassi, per essere poi trasferito all’Ucciardone di Palermo. Era stato arrestato a Cuba (all’epoca di Batista) con un’operazione combinata con l’Fbi. L’accusa, riportata nel titolo del reato, era «espatrio clandestino dall’Italia». Di fatto, «graziato dagli americani» (avrebbe dovuto scontare decenni di galera in America) per il contributo dato (sbarco americano in Italia ed altro), ebbe il divieto assoluto di rientrare in Usa. Ciò non avvenne, Luciano (ovvero Salvatore Lucania) se ne ritornò lo stesso in Usa per continuare i suoi traffici. Personaggio generoso e legato al vecchio codice d’onore, chi gli fu compagno di detenzione lo ricorda come soggetto estremamente educato e corretto, anche di buona compagnia.
La piccola Liguria ha dato natale ed ha ospitato, quindi, banditi di calibro: da Pollastri a Luciano a Joe Pici (banda Luciano) confinato a Bogliasco negli anni ’50.