IN CELLA A NAPOLI

Napoli Prima severa bocciatura per il parlamentare del Pdl Alfonso Papa, finito in galera due giorni fa dopo l’autorizzazione all’arresto arrivata dalla Camera. Papa è indagato nell’ambito dell’inchiesta P4 condotta dalla Procura di Napoli. Ieri il gip Luigi Giordano ha detto «no» alla richiesta avanzata dallo stesso Papa di poter comunque prendere parte alle votazioni alla Camera. Il gip ha negato l’autorizzazione in base all’articolo 68 della Costituzione, secondo cui i vincoli imposti dalla misura cautelare sono prevalenti rispetto alle prerogative dei parlamentari. Intanto, una inattesa e forte solidarietà a Papa è arrivata dal senatore Alberto Tedesco, scampato all’arresto grazie al «no» pronunciato dal Senato. Tedesco in un’intervista sia al Corriere sia a Repubblica ha duramente attaccato il presidente del Pd, Rosy Bindi: «La Bindi? Ma si dimetta lei. Il suo moralismo mi fa orrore».
Intanto, oggi si terrà l’interrogatorio di garanzia per Papa. L’appuntamento è per le ore 9, ma si prevede un interrogatorio fiume. Ieri la moglie di Papa, Tiziana Rodà, in visita al carcere di Poggioreale per portare degli indumenti di ricambio e altri libri al marito, ha negato di aver ottenuto della «consulenze» ma «solo incarichi come tutti gli avvocati».