Il cellulare omaggio fa paura all'onorevole

Quando una società di
telefonia ha invitato i parlamentari a una cena con probabile
cadeau un telefonino di ultima generazione, lo "stop" è
stato perentorio

Si chiama «Associazione dei parlamentari amici delle nuove tecnologie ». È presieduta da Franco Grillini, un draghetto con telefonini e computer, utilizzato spesso dai colleghi come «problem solver». Vanta come presidente onorario Francesco Cossiga e punta al progresso multimediale del parlamento. Per le aziende che devono accendere rapporti un’associazione di questo tipo è interessante e appetibile. Ma in tempi di antipolitica la prudenza è d’obbligo. E così quando una società di telefonia ha invitato i parlamentari a una cena con probabile cadeau un telefonino di ultima generazione, lo «stop» è stato perentorio. «Abbiamo pensato di autotassarci e pagare noi la cena. Alla fine abbiamo deciso di annullare tutto» spiega Grillini. Una scelta all’insegna della sobrietà. D’altra parte, visto che in passato la Camera ha deciso l’acquisto di Blackberry da 490 euro per ciascun parlamentare, la dotazione tecnologica dei nostri rappresentanti è tutt’altro che malvagia.