Il cellulare di Prodi torna a squillare Ma non risponde al Pd

«Il mio ritiro dalla vita politica attiva non ha avuto ripensamenti». Romano Prodi di fare il «salvatore della patria» bolognese pare non volerne proprio sapere. Il suo ritorno a casa dall’ultimo viaggio in giro per il mondo ha creato una grande attenzione nel Pd. A tutti i livelli. Nel capoluogo emiliano il «partitone» è alla disperata ricerca di un candidato sindaco che subentri al ritiro del consigliere regionale Maurizio Cevenini. Nel bel mezzo della tempesta, il Professore a molti è sembrato l’unica soluzione percorribile. Lui, che quando torna in città corre ai giardini, va a messa e passeggia a braccetto con la moglie, ha smorzato definitivamente ogni speranza. Va detto, comunque, che - se chi lo accompagnava nel jogging domenicale finora raccoglieva l’amarezza del “Prof” che vedeva il telefonino squillare sempre meno - ora la musica è cambiata. Almeno quella della suoneria del cellulare finalmente tornato rovente.