Cellulari ai detenuti: arrestata una guardia

Un agente penitenziario in servizio nell’istituto di pena di Cassino è stato arrestato sabato scorso dai suoi stessi colleghi e dagli agenti della Squadra mobile di Frosinone con l’accusa di corruzione. L’uomo, 40enne di Cassino, «affittava» il suo telefonino ai reclusi per una cifra che si aggirava tra i cento e i duecento euro oltre alle spese del traffico telefonico. Da alcuni mesi gli stessi colleghi lo mantenevano sotto stretta osservazione e sabato mattina è scattato l’arresto, poi trasformato in arresto domiciliare.