Cellulari in metrò, Milano copre tutta la rete e batte Londra e New York

Dopo solo due anni di lavori, e con tre mesi di anticipo sulla tabella di marcia, Atm ha completato la copertura cellulare su tutte e tre le linee e con tutti gli operatori. Durante i viaggi si potrà telefonare, mandare sms ed e-mail. Aumentano anche le garanzie di sicurezza

Milano batte Londra e New York. Dopo solo due anni dall'inizio dei lavori, e in largo anticipo sulla tabella di marcia, ha già completato la copertura cellulare su tutte e tre le linee della metropolitana e con tutti gli operatori telefonici. In pratica, si può viaggiare ovunque in metrò rimanendo sempre in comunicazione con l'esterno, inviando sms e parlando al telefono. Un risultato raggiunto grazie alla collaborazione tra Atm, il partner tecnologico CommsCon e gli operatori Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia. I lavori, riferisce l'azienda che gestisce i trasporti milanesi, si sono conclusi con tre mesi di anticipo e senza interrompere il regolare esercizio della rete.
Il progetto usa una tecnologia a bassissimo impatto ambientale. Diversamente da quanto succede in esterno, dove ogni operatore ha proprie strutture di trasmissione, in metropolitana viene usata una sola struttura per tutti gli operatori, che la possono utilizzare simultaneamente. Si tratta di tecnologie multi operatore e multi-sistema. Un approccio reso possibile grazie all'utilizzo della fibra ottica, su cui sono veicolati contemporaneamente più segnali, e grazie al posizionamento di piccole antenne a banda larga e di bassa potenza. Un servizio, sottolinea Atm, «per offrire ai passeggeri la possibilità di rimanere sempre in contatto con il mondo esterno sentendosi più sicuri ed utilizzando piacevolmente anche il tempo degli spostamenti». Garantito anche l'accesso ad internet: durante i viaggi in metrò si potrà anche «navigare», comunicando con Windows Live Messenger o inviando e-mail.