Cemento, sale la febbre aggregazioni

Dopo la vendita di Italcementi ai tedeschi, Buzzi Unicem guarda a Sacci

Quotazioni del04-09-2015Precedente

Quotazioni del04-09-2015Precedente

I consumi di cemento restano al palo. E dopo i dati negativi registrati dall'Italia a luglio, anche dalla Francia arriva la conferma che il mercato non si è ripreso sfiorando perdite anno su anno del 9,2%. «Si tratta di dati esemplari - spiega un esperto del settore - che dimostrano come in Europa la fase di stagnazione sia tutt'altro che superata». Certo non sono più le flessioni a due cifre degli anni scorsi, ma tanto basta ad allarmare i principali player del cemento (Buzzi Unicem, Italcementi, Cementir, Colacem), anche perché pure il 2015 si chiuderà con il segno meno. Il dato negativo dei cugini d'Oltralpe si va a sommare ai numeri deboli diffusi a luglio dall'Aitec (Associazione italiana del cemento): un -9% anno su anno che da inizio 2015 significa un calo del 3,2%.

«Nonostante le condizioni meteorologiche positive, i dati di luglio, un mese stagionalmente significativo per il settore, hanno evidenziato un peggioramento del trend attuale svelando diverse difficoltà nell'avviare nuovi investimenti specialmente nel settore pubblico» spiega un analista. Eppure il piano Juncker punta a mobilitare oltre 300 miliardi in quattro anni. «Forse è un po' presto per vederne gli effetti - commenta un altro esperto - ma tutto dipenderà da quanto la Bei e i singoli Stati sapranno mobilitare a livello di finanziamenti: Solo così si sbloccherannno gli investimenti. E temo che ci vorrà piu tempo del previsto accendendo il risiko di settore». «Con la vendita di volumi di cemento ancora debole e un enorme eccesso di capacità, ci aspettiamo che player come Buzzi Unicem e Colacem, numeri due e tre, rinnovino la loro attenzione sulla ristrutturazione del mercato domestico», prevedono gli analisti. Il che significa anche fare massa critica unendo le forze. D'altra parte durante la conference call sui conti del secondo trimestre di quest'anno il ceo di Buzzi Unicem non ha escluso la possibilità di monitorare di nuovo le attività di Sacci, quinto player italiano. E poi il caso Italcementi, finita ai tedeschi di Heidelberg fa da riferimento (così come il caso Holcim-Lafarge). «Se la famiglia Pesenti con un gruppo che era tornato alla redditività in Italia (15% del fatturato) ha sentito la necessità di cedere una parte della propria storica azienda ci sono delle forti ragioni economiche. Non si può sopravvivere da soli in un mercato così» commenta l'esperto. «Con un Europa a così bassa crescita, è quanto mai essenziale spingere verso l'internazionalizzazione. L'alternativa è una valanga di tagli nel settore».

CH North American Equity - Med. L7,8057,711

CH European Equity - Med. L5,5375,415

CH Italian Equity - Med. L5,1295,013

CH Germany Equity - Med. L5,8075,677

CH Spain Equity - Med. L7,9007,797

CH Pacific Equity - Med. L6,2936,214

CH Emerging Markets Equity - Med. L7,4167,295

CH Energy Equity - Med. L6,4136,296

CH Cyclical - Med. L6,1816,086

CH Counter Cyclical Equity - Med. L5,1595,083

CH Financial Equity - Med. L3,5453,488

CH Technology Equity - Med. L3,3083,265

CH Liquidity Euro - Med. L6,7536,753

CH Liquidity Us Dollar - Med. L4,7864,728

CH Euro Income - Med. L-A7,4217,417

CH Euro Income - Med. L-B4,8924,889

CH International Income - Med. L-A5,5205,453

CH International Income - Med. L-B5,3655,300

CH Euro Bond - Med. L-A9,9669,930

CH Euro Bond - Med. L-B6,6766,651

CH International Bond - Med. L-A6,2836,206

CH International Bond - Med. L-B5,9475,873

CH International Equity - Med. L-A7,6087,493

CH Flexible Fund - Med. L-A4,6064,561

CH North American Equity Med. S10,16510,042

CH European Equity - Med. S9,4639,255

CH Italian Equity - Med. S8,8858,684

CH Germany Equity - Med. S11,13310,883

CH Spain Equity - Med. S17,20416,979

CH Pacific Equity - Med. S8,3238,218

CH Emerging Markets Equity - Med. S16,54016,270

CH Energy Equity - Med. S12,48212,254

CH Cyclical - Med. S12,50912,317

CH Counter Cyclical Equity - Med. S10,72410,568

CH Financial Equity - Med. S6,8986,788

CH Technology Equity - Med. S7,9277,824

CH Liquidity Us Dollar - Med. S9,5889,474

CH Euro Income - Med. S-A13,12213,116

CH Euro Income - Med. S-B9,5129,508

CH International Income - Med. S-A10,89510,763

CH International Income - Med. S-B10,59710,468

CH Euro Bond - Med. S-A17,42717,364

CH Euro Bond - Med. S-B12,65112,606

CH International Bond - Med. S-A12,39712,244

CH International Bond - Med. S-B11,74611,602

CH International Equity - Med. S-A9,8299,680

CH Flexible Fund - Med. S-A8,8908,802

CH Solidity & Return - Med. S-A11,55311,537

CH North American Equity Med. L cop.8,9048,889

CH European Equity - Med. L cop.7,5607,409

CH Pacific Equity - Med. L cop.6,5356,522

CH International Income - Med. L-A cop.6,8986,891

CH International Income - Med. L-B cop.5,1845,179

CH International Bond - Med. L-A cop.8,7158,701

CH International Bond - Med. L-B cop.6,6576,647

CH International Equity - Med. L-A cop.8,0267,973

CH North American Equity Med. S cop.17,59317,561

CH European Equity - Med. S cop.14,68314,391

CH Pacific Equity - Med. S cop.12,81912,794

CH International Income - Med. S-A cop.12,13212,121

CH International Income - Med. S-B cop.10,16610,157

CH International Bond - Med. S-A cop.14,96714,946

CH International Bond - Med. S-B cop.12,53412,517

CH International Equity - Med. S-A cop.15,66015,557

CH Solidity & Return - Med. S-B10,19210,178

Legenda: A=ad accumulazione dei proventi; B=a distribuzione dei proventi; cop.=coperta

CHALLENGE FUNDS - CLASSI MEDIOLANUM