Cena di gala in Galleria per quattromila bibliotecari

In occasione dell’evento il Comune ha già messo in cartellone una settimana ricca di appuntamenti culturali: dallo spettacolo teatrale che si terrà in occasione della serata di inaugurazione, il 23 agosto, al concerto alla Scala offerto a tutti i partecipanti, alle diverse mostre. Il 25, invece, grande cena di gala sotto le volte di cristallo della Galleria Vittorio Emanuele II, «è la prima volta che mi ricordi - commenta il sindaco Moratti - che a Milano si organizza una cena del genere». Il 25 e il 26 agosto i bibliotecari potranno partecipare a una serie di visite guidate alla Braidense, alla Trivulziana, Ambrosiana, alla Sormani, fiori all’occhiello della nostra città, e alle 24 biblioteche rionali sparse per il territorio. Il costo? Comune e Provincia di Milano hanno stanziato 100mila euro ciascuna, cui si aggiunge un contributo della Regione. Un ottimo investimento se si tiene conto della ricaduta economica sul territorio: la presidente dell’Ifla, Claudia Lux, infatti, ha ricordato che per il congresso a Quebec e a Durban in Sudafrica il turismo locale ha contato incassi per 10 milioni di euro. «Negli anni Settanta e Ottanta l’Italia era un po’ uscita di scena da questo settore - commenta il presidente del comitato nazionale Ifla, Mauro Guerrini - negli ultimi dieci anni, però, è tornata sulla scena con forza. L’Italia è un paese ricchissimo di biblioteche e ha saputo fare un salto di qualità».
Che fine ha fatto la Beic, la Biblioteca europea di Porta Vittoria, che il ministro Sandro Bondi al tavolo Lombardia aveva inserito tra i progetti per l’Expo? «Il mio auspicio - ha risposto la Moratti - è che il ministro possa portare avanti il progetto per il 2015».
MBr