Cene e sfilate, i giorni «grandi firme»

La star più attesa è la modella africana Alek Wek per Cartier a palazzo Caffarelli

Anna Maria Greco

Prada, Emporio Armani, Cartier, Piazza Sempione, Fendi e prima ancora Chanel, Biagiotti, Trussardi. Le grandi firme aprono la stagione romana con party affollati di vip, inaugurazioni di boutique, cene selezionate e trunk show, cioè minisfilate ripetute per gli ospiti. C’è chi presenta caldi completi di cachemire per l’autunno-inverno e chi già lancia il trend svolazzante per la primavera estate. E sul filo della moda il raccordo tra Roma e Milano diventa sempre più stretto, perché gli stessi stilisti che qui presentano l’alta moda salgono a nord per il pret-à-porter e le aziende milanesi approdano nella capitale con nuovi punti vendita.
Con la sua prima collezione di «prêt-à-couture», neologismo per indicare lussuosi abiti pronti ma lavorati semiartigianalmente e diffusi in numero limitato, il maestro Fausto Sarli si prepara a conquistare il palcoscenico meneghino: domenica mattina mostrerà nel suo atelier di via Montenapoleone modelli dalle linee scivolate, rigorosi cappotti in mikado e affascinanti abiti da sera con colli-volant, di cui a luglio si è avuta un’anteprima nella sede della Provincia di Roma, a Palazzo Valentini.
Dopo il party di Chanel in via del Babuino, il «cocktail bianco» di Laura e Lavinia Biagiotti con il vicesindaco Maria Pia Garavaglia che inaugurava il negozio ristrutturato, affollato di attrici come Nancy Brilli e Pamela Villoresi vestite di candidi modelli invernali e l’apertura del nuovo store Trussardi di via Frattina in cui troneggiava la nuova borsa «Lavi» disegnata da Lavinia Borromeo, oggi pomeriggio l’appuntamento è con Prada a via Condotti.
La stessa sera una cena per 120 ospiti a casa dell’artista Michele Lostia, in via Ripetta, in onore di Roberto Monti e Marisa Guerrizio, festeggerà l’apertura della loro nuova boutique «Piazza Sempione». Stavolta è un’azienda milanese che sceglie la capitale, perché vi trova «lo spazio giusto nel luogo giusto», come dice l’amministratore Roberto Monti. L’inaugurazione vera e propria sarà domani pomeriggio a via del Babuino, con 1300 invitati e la collezione invernale con particolari combinazioni di tessuti e dettagli che fanno la differenza. Sempre domani, ma di sera, ci sarà il primo défilé a via del Babuino della linea giovane dell’Emporio Armani.
Ma la star più attesa nella settimana è la top-model nera Alek Wek, che arriverà da Parigi per la serata Cartier nel cortile di palazzo Caffarelli. In attesa della fine del restauro della boutique di via Condotti, il gioielliere francese ha invitato 500 ospiti all’aperto, per ammirare la preziosa collezione Panthère che avrà come testimonial la bella sudanese. Per tutti musica etnica degli Anima Tribal e nel parterre, attesi Clio Goldsmith, Anna Valle, Renzo Arbore, Zeudi Araya, Ornella Muti. Il 27 settembre, infine, Fendi invita ad un lunch autunnale tra borse e pellicce a palazzo di Fontanella Borghese, 80 signore dell'alta società.