Censure d’Egitto

Oggi apre la Fiera del Libro di Torino. Paese ospite è l’Egitto. Per quanto riguarda i numerosissimi eventi della Fiera, un consiglio: evitate i presenzialisti e tutti gli incontri che li riguardano. Controllate sul programma i nomi che ricorrono più volte, e statene alla larga. Avrete così qualche probabilità di non perdervi gli appuntamenti davvero originali. Allo stesso modo, ma per ragioni opposte, anche i «grossi nomi» tendono a favorire l’abbiocco, essendo il più delle volte cooptati a forza dalle case editrici. Salman Rushdie, se proprio volete, domenica 17 alle ore 14, in sala 500, parla del suo nuovo romanzo. Alle 13.30 di sabato, nello stesso luogo, conferenza del premio Nobel turco Orhan Pamuk. Che sarà seguito dall’israeliano David Grossman.
Per il resto, vorremmo consigliare l’incontro congiunto tra il problematico Pino Roveredo e Susanna Tamaro (sabato 16 alle ore 17 in Sala Azzurra), quello con Enrico Brizzi e Marcello Fini, reduci dall’ultimo pellegrinaggio in Terra santa con relativo libro (domenica ore 14 al caffè Letterario) e una chiacchierata qualsiasi fra le molte in programma con Margherita Oggero (felice eccezione alla regola degli onnipresenti scassapalle). A rompere la glassa di conformismo, come ogni anno, provvederà Vittorio Sgarbi, presente domenica alle 10.30 in Sala Azzurra con il filosofo Giovanni Reale. Lo storico dell’arte parlerà di Teodorico Moretti Costanzi.
Faremmo di tutto per ascoltare l’irresistibile Franca Valeri, domenica alle ore 18 in Sala Azzurra. L’attrice ha appena pubblicato Di tanti palpiti (Baldini Castoldi Dalai). Un dibattito che si annuncia interessante è quello tra Franco Arminio e Marcello Fois, due acuti osservatori dei cambiamenti dell’Italia (venerdì ore 10.30 Arena Bookstock). Giovedì alle 16.30 allo Spazio autori B si presenta un libro di Roberto Arduini sui rapporti tra scrittura e grande schermo, con partecipazione di Cecilia Barella e Saverio Simonelli. Infine, ai maschi farebbe bene andare a sentire quel che dicono alcune donne esperte del mondo editoriale, sempre più territorio femminile, nel corso del dibattito di sabato, alle ore 11.30, allo stand Promoroma, padiglione 2, coordinato da Valeria Palumbo. Alla faccia dei soliti tromboni, perlopiù maschi.