Centenari ma sempre giovani

Volevano ricostruire l’universo e abolire i musei. Invece cent’anni dopo il celebre Manifesto parigino di F. T. Marinetti del 1909, al museo ci sono finiti anche loro, i futuristi. Ma, a cento anni di distanza, non si è spenta ancora la potente spinta rinnovatrice della più originale avanguardia del secolo XX. I cui influssi continuano ben oltre la scomparsa dell’ultimo futurista e arrivano fino all’arte globale, alla Pop Art e alla recentissima Street Art.