Per un centesimo Cuche perde la coppa Fondo, Piller Cottrer va a caccia del podio

Lo svizzero tradito da un compagno: niente primo posto in SuperG, Miller re della generale

da Bormio

Tutti in pista, finalmente, e a Bormio succede di tutto. Didier Cuche perde la coppa del mondo di superG per un punto (ma anche per 1/100, come vedremo); Bode Miller e Lindsey Vonn Kildow, ieri 2ª in superG dietro alla Suter, hanno ormai la certezza di aver vinto la coppa del mondo generale; infine, passando allo sci nordico che oggi comincia le sue finali a Santa Caterina, Pietro Piller Cottrer si lamenta per la poca attenzione che il suo sport riceve dalla stampa italiana. Partiamo da qui, da Piller, che si giocherà il podio nella coppa del mondo generale e in quella delle lunghe distanze. Al momento è quarto in entrambe le classifiche, è stanco, ma ben determinato a tenere duro fino a domenica, quando con la 15 km a tecnica libera con partenza ad handicap (in base alla somma dei tempi del prologo di oggi, 3,3 km, e alla 10 km di domani) si chiuderà la stagione dei fondisti. «Sarà la determinazione a fare la differenza, siamo tutti stanchi, ma ci sono ancora 300 punti in palio e posso puntare al podio. In ogni caso considererò la mia stagione molto positiva, già nel 2001 chiusi la coppa al 4° posto finale, migliorare sarebbe bello. Ho la coscienza a posto, da Oslo sono venuto qui direttamente per abituarmi alla quota e spero che questo sia un vantaggio sui nordici». Pietro, abile con le parole quasi quanto con il passo pattinato, avvisa poi tutti che oggi leggerà i giornali, «perché voglio proprio vedere cosa scriverete, visto che di solito il fondo non merita più di poche righe». Impossibile dargli torto, ma d'altra parte, si sa, il fondo non ha alle spalle un mercato importante come quello dello sci alpino, che pure trova spazio solo quando gli italiani vincono, come quest'anno... E speriamo continuino a farlo, a cominciare da oggi, in programma gigante maschile con Blardone, Simoncelli e Moelgg, che si gioca un posto sul podio di coppa («Non ho nulla da perdere»), e slalom femminile con Costazza, Moelgg e Gius.
Ieri in superG delusione immensa per Didier Cuche, cui sarebbe bastato un 15° posto per vincere la coppa di specialità. Ebbene, non solo lo svizzero ha chiuso 16° spinto fuori dai punti dal compagno di squadra (??) Albrecht, ma l'austriaco Hannes Reichelt ha ottenuto l'unico risultato utile per passargli davanti, cioè la vittoria, conquistata per 1/100 su Defago. Non era destino...

TV OGGI (diretta Rai-Eurosport): ore 9.30/11.30 slalom f.; ore 10/12.30 gigante u.; ore 14/14.45 prologo sci nordico f/m.