«Centinaia di milioni di danni» In Liguria ancora 4 dispersi

Il bilancio delle vittime dell’alluvione che ha colpito martedì le Cinque Terre e la valle del Magra è, aggiornato a ieri sera, di sei morti e quattro dispersi. È stata trovata sana e salva la coppia pugliese della quale si erano perse le tracce vicino Aulla, mentre le ricerche dei dispersi dello Spezzino si sono concentrate, con motovedette ed elicotteri della Guardia costiera, nel tratto di mare fra Monterosso e Vernazza. Stradano, una frazione di Aulla con circa 400 abitanti, è ancora isolata. E Parana, nel Comune di Mulazzo, è stata raggiunta solo mercoledì sera dagli elicotteri della Protezione civile. In Liguria gli sfollati sono almeno 350, fra loro anche gli abitanti di Mangia, la frazione di Sesta Godano evacuata in quanto minacciata da una frana. In serata stessa sorte è toccata agli abitanti di Mulazzo. In Toscana, invece, sono 64 gli abitanti dei comuni della Lunigiana che hanno passato la notte in albergo. Ma molti altri sono stati ospitati da parenti e amici. E per tutti si prevede un’altra notte fuori casa, mentre la Protezione civile ha iniziato a verificare uno per uno gli edifici delle località più colpite. Nello Spezzino, dove le abitazioni ancora prive di luce, gas e acqua sono oltre 2.000, le scuole rimangono chiuse come ad Aulla.
Soccorsi La prefettura di La Spezia ha ringraziato tutti i cittadini che si sono offerti aiutare la Protezione civile, spiegando che i mezzi a disposizione sono adeguati alle necessità e invitando a non congestionare le linee telefoniche. Ma in alcune località si scava ancora a mani nude. Da varie regioni stanno arrivando circa 150 vigili del fuoco che affiancheranno gli oltre 200 colleghi già impegnati insieme con quasi 350 uomini delle Forze armate e 100 volontari della Croce rossa.
Mobilità Sulla via Aurelia fra Sesti Levante e Deiva Marina si è abbattuta una nuova frana che ha bloccato decine di camion. Le strade provinciali ancora chiuse per frane, allagamenti e ponti crollati o pericolanti sono una ventina. La società Autostrade preme per la riapertura della A15 Parma-La Spezia ma la Protezione civile chiede che in ogni caso il casello di Aulla resti chiuso per evitare intralci alle operazioni in corso. Sulla A12 Genova-Livorno si lavora per riaprire almeno una carreggiata mentre la linea ferroviaria Genova-La Spezia, interrotta da martedì fra Monterosso e Corniglia, è stata riaperta in serata, ma su un solo binario.
Danni Per il presidente della Liguria, Claudio Burlando, la ricostruzione costerà centinaia di milioni. Solo per rimettere in sesto le strade dello Spezzino ne serviranno 50. Il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, assicura che il consiglio dei ministri riconoscerà lo stato d’emergenza. «Non è il Vajont ma la situazione è difficile», dice.
Giustizia La procura di Massa ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo e chiede ai cittadini i filmati dell’alluvione, la procura di La Spezia ha avviato un’indagine conoscitiva. Intensificati i servizi anti-sciacallaggio.
Infamie Gli internauti che frequentano i forum di al Qaida esultano. Questo il tenore dei commenti alle notizie da Liguria e Toscana: «Allah colpisci i crociati»; «È la maledizione per la guerra contro l’islam».