Cento alberi d’autore per festeggiare il Natale

Per cominciare, un appello ai giovani: «Sono il futuro del nostro Paese, mi auguro che testimonino con i fatti la loro maturità». L’assessore all’Arredo urbano del Comune, Maurizio Cadeo, spera di non assistere a quegli atti dei vandali che nei mesi scorsi presero di mira le mucche «artistiche» della Cow Parade. Riprova a portare l’arte «in mezzo alla gente», e spera che lo spirito natalizio contagi anche gli incivili. Questa volta, le strade milanesi ospiteranno dal 7 dicembre al 6 gennaio il Christmas City Park, soprannominato il primo «parco d’autore»: 101 alberi di Natale in plastica (rigorosamente riciclabile), alti due metri e posti su un piedistallo di 75 centimetri, addobbati e «vestiti» sulla base dei bozzetti disegnati dai creativi delle case di moda che hanno aderito all’invito. Una manifestazione artistica, riassume Cadeo, che sposa «moda, arte, creatività, solidarietà e ambiente». Partendo dal fondo: durante l’esposizione, milanesi, visitatori e turisti potranno presentare alla Fondazione Ambiente Milano (telefono 02.89152096, info su www.xmaspark.it) offerte in busta chiusa per aggiudicarsi a fine evento, con un’asta, l’alberello preferito. Con il ricavato il Comune, organizzatore dell’evento in collaborazione con Livetown e il patrocinio di Regione e Provincia, riqualificherà il parco in largo Marinai d’Italia. «Pianteremo altrettanti alberi “veri” - anticipa l’assessore Cadeo -, realizzeremo aree gioco per i bambini, il viale dei poeti e pensatori accanto alla palazzina Liberty (che ospita oggi la Casa della poesia), panchine dal design innovativo, collegamento wireless».
Il Christmas City Park si diramerà tra corso Vittorio Emanuele, via Dante, l’Ottagono, corso Como, piazza Cadorna, per un totale di 101 location. Sotto la guida dei creativi - da Elio Fiorucci alla stilista Chiara Boni agli artisti Laura Fiume, Marco Lodola, Evelina Shatz e molti altri - un pool di studenti del Naba stanno eseguendo nella pratica le opere in un «atelier-vivaio» creato negli spazi dell’ex gasometro alla Bovisa. Un’iniziativa importante dunque, sottolinea l’assessore alla Moda Tiziana Maiolo, anche per «promuovere i giovani stilisti». Ad anticipare la manifestazione sarà un evento speciale, il 4 dicembre: la realizzazione di un mini «parco» realizzato da 12 donne illustri - Lavinia Biagiotti, Gentucca Bini, Chiara Boni, Daniela Gerini, Anna Molinari, Agatha Ruiz De La Prada, Gaia Trussardi, Annamaria Testa, Luciana Savignano, Andrée Ruth Shammah, Flavia Mendini e Angela Pintaldi -, gli alberi saranno battuti all’asta durante una serata a inviti allo studio Superpiù di via Tortona e poi esposti in un luogo di prestigio.
La Regione, spiega la vicepresidente Viviana Beccalossi, partecipa all’evento con l’installazione di 10 alberi creativi, dimostrazione «in scala minore» di quanto il Pirellone (grazie anche all’istituto di ricerca Irealp) sta facendo per aumentare il verde: entro il 2009 la Lombardia avrà «10mila nuovi ettari, mille solo a Milano, l’equivalente di 14mila campi da calcio, con un investimento di 200 milioni di euro».