In cento farmacie si può aiutare il Banco

Non solo rose rosse e cioccolatini. Quest'anno a San Valentino c'è anche un altro dono che si può fare per dimostrare amore nei confronti del prossimo, quello al Banco Farmaceutico. Torna infatti proprio domani la Giornata Nazionale di Raccolta del Farmaco che, da nove anni e con crescente successo, aiuta gli indigenti rispondendo al loro bisogno di medicine. Per aderirvi è sufficiente recarsi in una delle farmacie che espongono la locandina dell'iniziativa e acquistare i prodotti da banco che l'ente beneficiario di quel determinato punto di raccolta ha richiesto; a fine giornata, poi, volontari e associazioni si prodigheranno affinché il dono arrivi a destinazione senza passaggi intermedi. «Il bello di questo meccanismo è che permette una donazione mirata - spiega la farmacista genovese Paola Pastorini - grazie al collegamento diretto tra ogni farmacia aderente e le onlus destinatarie, le persone possono essere certe che quello che comprano raggiunge davvero chi è in difficoltà».
In Liguria sono ben 94 le farmacie che partecipano alla Giornata grazie all'impegno di seicento volontari, e a favore di 46 enti beneficiari attivi sul territorio regionale nell'aiuto ai più deboli. Nella sola Genova i medicinali possono essere acquistati in 57 diversi punti uniformemente distribuiti in tutta la città, e a sostegno di associazioni come la «Camici e Pigiami» che gestisce un ambulatorio pediatrico gratuito per bambini sfortunati o l'istituto «Piccole sorelle dei poveri» che assiste gli anziani bisognosi. L'obiettivo del Banco a livello regionale è quello di superare l'ottimo risultato dell'anno scorso che, con 9000 confezioni raccolte e 5000 persone assistite, ha portato Genova molto in alto in questa speciale classifica nazionale di generosità. Perché, come ripetono da qualche giorno in tv i simpatici testimonial e volti di Zelig Paolo Cevoli e Claudia Penoni, siano sempre di più i cittadini ai quali «la carità cambia la vita».
L'elenco completo delle farmacie aderenti all'iniziativa è disponibile sul sito www.bancofarmaceutico.org.