«Cento libri da leggere con gli autori»

Tra le iniziative culturali più interessanti «Io preferirei leggere...», in 24 spazi verranno presentati 100 libri con autori, libri, critici, da Giorello a Carlo Sini a Camilla Baresani. Gli ingressi sono gratuiti a ingresso libero (info www.milanolive.org oppure 349.0908883)
Che cos’è «Io preferirei leggere»?
«È un’avventura della mente. Il libro, infatti, è un mezzo per viaggiare. Oggi, dalle 15 alle 3 ci si sposta in 24 luoghi della città con un libro, per ascoltarlo e per parlarne. E la città che ho in mente è la città ironica di Borges».
Gli autori stessi partecipano all’iniziativa...
«Sì anche se ho invitato pochi pensatori dello «star system» e tanti scrittori veri. Partecipano 43 case editrici e verranno cento autori da varie città. Saranno presentati molti saggi, circa cento libri, invece, sono delle novità editoriali. Sarà un festival del pensiero perché Milano deve essere la capitale del pensiero».
Milano capitale del pensiero e città ironica, cosa vuol dire?
«La città ironica gioca, ma gioca seriamente, gioca a leggere, si smaschera, non si prende sul serio. A Milano, capitale dell’editoria, non si legge».
Veniamo alla città ironica, à la Borges.
«La città è un arcipelago con tante isole, che si connettono idealmente con la lettura: i milanesi che andranno «a spasso» da un’isola all’altra con un libro in mano connetteranno idealmente i vari luoghi tra di loro».