Cento scatti e quattro racconti: la «patria Veneto» in mostra

Dall’amicizia tra Goffredo Parise e il fotografo Lorenzo Capellini - che si conobbero alla fine degli anni Sessanta e divennero inseparabili - dalla loro frequentazione e dal loro affiatamento, dalle loro escursioni attraverso i luoghi della memoria della «patria Veneto» nasce l’originale reportage assemblato a quattro mani Il Veneto di Goffredo Parise (Minerva Edizioni, pagg. 128, euro 18), fusione di 100 immagini in bianco e nero e letteratura. Gli scatti carpiti durante i vagabondaggi per le valli e le province venete e le illustrazioni letterarie composte in presa diretta dallo scrittore vicentino rendono presente la forza barbarica e vitale di muschi, acque, candide nevi e nebbie autunnali della terra veneta, così come la struggente e a tratti felice ricerca di un’infanzia lontana. Nel volume sono raccolti quattro racconti di Goffredo Parise: Veneto barbaro di muschi e nebbie, Il ghetto di Venezia, Accadde a Cortina, Il mio Veneto, insieme a un ricordo di Alberto Moravia. Questa riedizione di un lavoro del 1987 è collegata ad una mostra fotografica, di cui il volume è catalogo, ospitata fino all’8 ottobre presso la Casa di Cultura “Goffredo Parise”, via Verdi, 1 a Ponte di Piave, Treviso, visitabile tutti i giorni dalle 15 alle 19, mercoledì dalle 16 alle 22. Per informazioni: 0422.759995, email: info@goffredoparise.it.