Da Centocelle all’Eur, in fiamme i gazebo del Pdl

«Mi auguravo che quello di Centocelle fosse un episodio isolato e invece apprendo con rammarico che questa notte si sono verificati vergognosi atti incendiari a danno di alcuni dei nostri gazebo elettorali. Il clima di intolleranza che si sta diffondendo già dall’inizio di questa campagna elettorale è gravissimo e mi preoccupa profondamente. Episodi del genere dimostrano come, purtroppo, qualcuno ancora faccia della violenza e dell’odio il suo unico credo politico e non solo, che rischia seriamente di spostare l’attenzione dal corretto confronto politico. Di certo però intimidazioni del genere non ci impediranno di continuare a stare nelle piazze di Roma». È il commento di Pietro Di Paolo, consigliere regionale(Pdl) e candidato alle elezioni riguardo l’incendio di alcuni gazebo elettorali del Pdl l’altra notte in viale Europa, all’Eur. «È un fatto molto grave - commenta il sindaco Gianni Alemanno -: esprimo la mia solidarietà a tutti i militanti del Pdl che hanno subito questa aggressione e questa grave violenza». Lo ha detto il sindaco Gianni Alemanno interpellato a margine di una conferenza in Campidoglio. Mi appello al prefetto e al questore affinché ci sia la massima vigilanza per evitare che si ripetano simili atti. Dobbiamo garantire una campagna elettorale equilibrata, attenta. E quindi tutte le forze politiche devono concorrere ad evitare episodi di questo genere che sono veramente gravi».
«Gli attentati contro i gazebo del Pdl - aggiunge Gianni Sammarco, coordinatore romano del Pdl - sono un gravissimo segnale dell’involuzione del clima politico. Alle forze dell’ordine chiedo particolare vigilanza e presidio sui nostri gazebo fino alla fine della campagna elettorale, a tutela di chi sta lavorando quotidianamente sul territorio a contatto con il cittadino». «Mi auguro - aggiunge Alfredo Pallone, europarlamentare del Pdl - che la campagna elettorale appena iniziata si svolga nel reciproco rispetto tra le coalizioni. I gazebo rappresentano lo strumento attraverso il quale la politica parla ai cittadini e come tale va tutelato e rispettato. Vorrei pertanto esprimere la mia solidarietà a tutti coloro, militanti e simpatizzanti, che ogni giorno lavorano affinché sia possibile il confronto delle idee nel rispetto della democrazia».
«Gli attacchi incendiari a Roma contro i gazebo del Pdl sono un grave episodio di violenza - aggiunge Beatrice Lorenzin portavoce del comitato elettorale della Polverini - che condanniamo e sul quale ci aspettiamo una presa di distanza da parte di tutti i protagonisti di questa tornata elettorale perché la foga dei toni e la forte convinzione delle proprie idee non giustificano simili gesti. Nell’esprimere la solidarietà umana e politica ai nostri militanti che portano avanti in modo democratico le proprie idee, è difficile non domandarsi se è questa la campagna elettorale di civiltà che tanti sostengono a parole ma non certo nei fatti».