Centocelle I fidanzatini-«pusher» Colti in flagrante mentre spacciano

Giovani di età, ma con grande esperienza per svolgere l’attività illegale alla quale si erano dedicati da diverso tempo. Una coppia di giovani fidanzati, lei ancora minorenne, ha pensato di guadagnare facilmente dei soldi spacciando nel quartiere di Centocelle a bordo di un grosso fuoristrada. Dopo aver sviluppato la frequentazione dei tossicodipendenti della zona, con un sistema molto ben organizzato, ricevevano le ordinazioni utilizzando numerose schede telefoniche, intestate in molti casi a persone che ne avevano denunciato lo smarrimento, e provvedevano a consegnare la droga in un parcheggio nei pressi di una chiesa in viale Duilio Cambellotti.
Dopo numerosi servizi di appostamento e vari pedinamenti, gli agenti del commissariato Prenestino hanno deciso di entrare in azione. Il giovane, P.S. di 21 anni, alla vista dei poliziotti ha bloccato le portiere dell’auto per guadagnare tempo ed ingerire le capsule appena prelevate dal nascondiglio. Il ragazzo è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e per detenzione e spaccio di droga; nel corso della perquisizione gli agenti hanno recuperato 5 telefoni cellulari e circa 600 euro. Gli investigatori sono riusciti anche a identificare la sua fidanzata, G.V., ancora minorenne, che all’interno di un taschino del giubbotto, nella sua stanza da letto, aveva nascosto 10.000 euro in contanti, e 14 telefoni cellulari, con le relative sim-card.