Centosessant’anni di storia in un’edizione molto speciale

Ulysse Nardin ha presentato per l’evento l’Anniversary 160 un orologio che vanta soluzioni avveniristiche

Grandi fermenti in casa Ulysse Nardin, lo storico marchio di Le Locle fondata nel 1946 e da allora sempre all’avanguardia nei brevetti e nelle tecnologie. Specializzata in orologi marini, quando sulle navi erano l’unico struimento in gardo di dirigere la navigazione insieme all’antico sestante, la maison elevetica è sempre stata al passo coi tempi creando via via orologi sempre più raffinati e complessi, tutti contrassegnati da un grande spirito innovativo e da una superba tecnologia orologiera.
La ultime novità presentate a Basilea lo stanno a dimostrare, a cominciare dall’Anniversary 160 Limited Edition, un vero ponte fra il passato e il prossimo futuro. Prtodotto in cinquecento esemplari con cassa ovale in oro bianco oppure rosa, presenta il datario a ore 2 e i piccoli secondi al 6. Elegantissimo nel suo quadrante blu con indici arabi, l’Anniversary vanta un movimento particolramente raffinato prodotto interamente da Ulysse Nardin con riserva di carica che supera le 50 ore e un meccanismo particolare che garantisce una totale protezione da eventuali urti e una fluidità di marcia assoluta.
Anche il Maxi Marine Diver «Blue Surf» continua il solco della tradizione della maison: proposto in in edizione limitat a 500 pezzi in oro rosa e 1846 in acciaio. Il movimento, visibile attraverso il fondello in zaffiro, vanta caratteristiche inedite: per esempio tutte le parti non in movimento sono state trattate con titanio per garantire una durata quasi eterna. La cassa di abbondanti dimensioni è circondata da una lunetta unidirezionale che misura la profondità dell’immersione. IMpermeabile fino a 200 metri, stupisce per il quadrante blu con indici luminosi e per il braciale in caucciù dello stesso colore. Un connubio sportivo e di grande fascino.
Da citare anche il bellissimo Dual Time con cassa da 42 millimetri, facilissimo da usare nonostante le sue complicazioni. Questo Gmt consente infatti di regolare sia l’ora locale che quella di altre località senza dover togliere l’orologio dal polso. Basta premere l’apposito pulsante sulla lunetta contrassegnato da un + e un - per ottenere l’ora desiderata. Il movimento a carica automatica è visibile attraverso il fondello in zaffiro: sul quadrante spiccano i piccoli secondi al 6 e il grande datario al 2, mentre l’ora del secondo fuso orario è sistemata a ore 9. La cassa è in acciaio o in oro rosa con quadranti rispettivamente nero e avorio ee è garantita impermeabile fino a 100 metri.
Elegante il cinturino in alligatore, marrone nella versione in oro e nero nella versione in acciaio. Insomma viaggiare col Dual Time è un’esperienza unica: ovunque voi siate, con la semplice pressione di un pulsante avrete sempre non soltanto l’ora giusta ma anche la giusta data. Introdotto nel 1994, questo sistema rappresenta una vera rivoluzione nell’indicazione di un secondo fuso orario, che diventa molt6o facile anche in precarie condizioni di visibilità. Una rivoluzione targata Oechslin, il grande genio dell’orologeria, per anni vera mente pensante di Ulysse Nardin e ora custode ufficiale del museo dell’orologio di La Chaux de Fonde.