«Centrali atomiche Ecco perché sono le più sicure»

È partita la nuova era dell’energia nucleare. «È la più pulita, è infinita e soprattuto è molto più sicura di vent’anni fa». Un’inchiesta del settimanale «Economist» in edicola in questi giorni rivela il futuro delle centrali atomiche, nelle quali gli standard di sicurezza hanno raggiunto livelli che quasi escludono la possibilità di «nuove Cernobyl». L’intervento umano all’interno dei reattori è sempre meno frequente e questo garantisce ingegneri e operai che lavorano all’interno della centrale. Negli Stati Uniti per combattere la dipendenza dai carburanti fossili si è ripreso a costruire nuove centrali. I piani di Washington prevedono altre installazioni. Anche la percezione della gente è cambiata. Secondo un recente sondaggio, in Gran Bretagna oggi solo il 30 per cento della popolazione si dichiara contraria al nucleare (tre anni fa era il doppio). Negli Stati Uniti, invece, il 50 per cento degli americani è favorevole all’espansione della produzione di energia atomica. Tre anni fa erano il 44 per cento.