Il centravanti Materazzi

INTER
5,5JULIO CESAR. Solita dormita da pollo sul gol di Lucarelli.
6 MAICON. Corre e prende botte, riesce perfino ad essere più attento in difesa.
7 MATERAZZI. Il colpo di testa è un gioiello da centravanti. Tentacolare negli interventi difensivi. Sbanda sul gol.
5,5 SAMUEL. Ogni tanto non calibra bene gli appoggi. Sorpreso quando segna Lucarelli.
5,5 GROSSO. Gioca con aria da commendatore, arzillo nel correre ma si sente troppo campione senza dimostrarlo.
6,5 FIGO. Grande impegno e determinazione: i colpi sono da routinier. E ogni tanto rispunta i vecchio campione.
7 STANKOVIC. Guizza e sguazza, comincia a prendere confidenza con il gioco da centrocampista puro e di riferimento.
7 VIEIRA. Solido e concreto: lo vedi solo quando serve.
6 SOLARI. Ha un piede a banana e non fa niente per nasconderlo. Però è sempre in partita.
7 RECOBA. Mette piede sui palloni che contano. Sembra un Recoba nuova vita fin quando non si fa male e riscopre lo stellone avverso. (6,5 IBRAHIMOVIC dal 30’ pt). Prova tutto e trova anche il gol. Poi s’arrabbia, chissà perchè?
7 CRUZ. Tocca palloni che chiamano il gol: prima trova la traversa. Poi la rete con tempismo da Arsenio Lupin che nasconde il pallone a tutti, portiere compreso.
All.: MANCINI 7. Gol e gioco il tanto per divertire San Siro.
LIVORNO
5 AMELIA. Si batte, ma finisce allo spiedo.
4 GRANDONI. Quando si aggrappa a Materazzi, quello lo sradica e segna il gol.
4 KUFFOUR. Bollitura costante.
5 KNEZEVIC. Talvolta titubante, si batte con grinta.
4 PFERTZEL. Quella svirgolata è da comiche. La sua partita da depresso.
5 MORRONE. Gran correre e lavorare: poca efficacia.
5 FILIPPINI. Non riesce a stendere la rete per frenare i centrocampisti nerazzurri.
5,5 VIDIGAL. Gioca come un bull dog che non trova l’osso.
4,5 PASQUALE. Giocatine da eterno incompiuto. (6 LUCARELLI dal 1’ st). Entra e segna: mica male.
5 VIGIANI. È tutto un frizzare e svaporare. (6 CESAR PRATES dal 21’ st). Produce subito qualità.
5,5 DANILEVICIUS. Appena può, tira. Almeno ci prova.
All: ARRIGONI 5. Squadra leggerina un po’ dovunque.
Arbitro: SACCANI 6. Sbaglia poco e niente.