Centri storici: divieto assoluto Abusivi, nessuna concessione

Ci sono anche limiti ben precisi. Che sono più o meno quelli annunciati. Impossibile ampliare un edificio se è abusivo. Nessuna sanatoria, quindi. Esclusi anche quelli che si trovano nei centri storici o in aree di «inedificabilità assoluta». Alle Regioni sta poi il compito di individuare «ambiti nei quali gli interventi» di ampliamento «sono esclusi o limitati». Il riferimento è ai beni culturali e alle aree di pregio ambientale e paesaggistico. Alle Regioni spetta però anche individuare eventuali «incentivazione e premialità» per la «riqualificazione di aree urbane degradate». In sostanza, limitare il bonus in cubatura dove può creare danni e incentivarlo dove invece può contribuire a migliorare un quartiere.