Centristi E Casini scalpita: a settembre crolla tutto

«Non c’è alcun complotto. Credo che i numeri a settembre saranno ancora peggiori per il governo, perché si rifiutano di guardare le contraddizioni che hanno messo in atto». Pier Ferdinando Casini scalpita e non vede l’ora di offrire una sponda a finiani, Pd e Idv. «Io - ha aggiunto il leader Udc - ho proposto un governo di transizione, di responsabilità nazionale, perché servirebbe al Paese. Se si vuole continuare a intraprendere scorciatoie, questo è un problema del premier, che fa passare un’immagine del governo che non corrisponde alla sostanza».