Centro, 4 euro d’ingresso. E pagano tutte le auto

Ecopass rimarrà in vigore fino al mese di giugno. E già fin d’ora si pensa al suo successore: la congestion charge, ovvero una tariffa d’ingresso in centro. Milano si prepara a diventare come Londra. In sostanza si passa da un ticket da pagare in base alla classe inquinante del veicolo a una tassa di ingresso per la cerchia dei Bastioni. Uguale per tutti: 4 euro. La proposta arriva dal comitato dei saggi nominati dal Comune che dal 3 luglio lavorano alla seconda vita di Ecopass. La bozza della relazione conclusiva dei tecnici parte da una premessa fondamentale: se Ecopass ha il merito di aver determinato il rinnovamento del parco auto, «oggi tra i più rinnovati a livello nazionale, con l’abbattimento dal 42% al 17% della quota dei veicoli più inquinanti in ingresso nella Cerchia dei Bastioni» sta perdendo di efficacia, dal momento che l’80% dei veicoli che entrano in centro non pagano. Ora il «contributo emissivo al totale del PM10 degli attriti (gomma, freni, asfalto) e del risollevamento sta divenendo prevalente rispetto a quello allo scarico». Significa che le emissioni da attrito hanno superato quelle da gas di scarico: per ridurre il PM10 è necessario quindi abbattere il traffico, che secondo il report Ecopass del primo semestre 2010 è aumentato nell’area dell’1,8% rispetto allo stesso periodo del 2009.
La soluzione? Per i tecnici si chiama congestion charge, anche se nella relazione la parola non compare.