Un centro anziani «fantasma»

Francesco Bisozzi

Nel IV Municipio continua a tenere banco il problema del centro per la terza età. Sono passati ormai tre anni da quando gli anziani della zona in mancanza di altre alternative hanno deciso di occupare la scuola Santa Felicità, precedentemente evacuata per ragioni di sicurezza, eleggendola a luogo di passatempo e di condivisione del tempo libero. Da allora non vi sono più stati sviluppi. La situazione eppure oltre che incompiuta risulta allarmante. Nella struttura infatti è stata riscontrata al tempo dello sgombero una presenza di amianto che necessita un intervento serio e dispendioso al fine di ripristinare le condizioni di sicurezza. Achille Ferrazza, membro del comitato provvisorio di gestione, non nasconde la sua preoccupazione: «Abbiamo paura perfino a piantare un chiodo». Per rimediare sono stati stanziati 286mila euro del Quadro cittadino di sostegno. Il consigliere comunale di Forza Italia Antonello Aurigemma però denuncia: «L’erogazione di questa somma risale all’inizio di febbraio. Ormai sono trascorsi otto mesi e nonostante ciò ancora non sono iniziati i lavori. Questi rallentamenti - precisa - sono dovuti a una spaccatura in seno alla maggioranza che invece di risolvere i problemi della gente preferisce portare avanti una guerra interna».
Sul banco degli imputati Aurigemma mette l’assessore Palumbo delegato ai Servizi sociali e ai lavori pubblici: «Invece di convocare una riunione di maggioranza per trovare uno sbocco alla situazione ha lasciato che i problemi s’incancrenissero. Perciò invitiamo il presidente del Municipio Alessandro Carvente a intervenire». Pronta la replica dell’assessore che nega che i fondi siano stati resi disponibili se non nelle ultime settimane. Poi è il turno del presidente Carvente: «Questi soldi sono stati bloccati dalla Provincia per via dei tagli agli enti locali e sono stati svincolati solo ora. Oggi si terrà una riunione per discutere le modalità attraverso le quali portare avanti i progetti per cui sono destinati. Mentre per quel che concerne la maggioranza, è stata superata ogni divisione». In attesa di novità concrete Aurigemma promette di rimanere vigile.