Un centro per essere sempre in forma

Digitopressione, riflessologia plantare, tecniche idroterapiche, tecniche ayurvediche e tradizionali cinesi e cure naturopatiche. Sono sempre di più i liguri che si affidano alla «medicina integrata» per curare le proprie malattie, o, semplicemente, per ricercare e mantenere nel tempo il proprio benessere psicofisico. Voglia di prendersi cura del proprio corpo é un’esigenza sempre più impellente: avere specialisti e strutture all’avanguardia «concentrati e in sinergia» in un solo luogo è certamente un enorme vantaggio. Nasce prendendo coscienza di quest’orientamento, il Centro polifunzionale «Un Dojo», a Chiavari. Cresce nella voglia di riunire e fornire una cura integrata, in una sola struttura, medici come Alberto Fiorito (specialista in omeopatia e alimentazione e direttore medico), naturopati (come Stefano Chiola responsabile del Centro natruropatico), esperti in tecniche ayurvediche (Eleonora Medici, responsabile del Centro floriterapico e ayurvedico) e istruttori Isef per il recupero funzionale e l’arte del movimento (Matteo Spatafora e Daniela De Iulis). Un centro che racchiude esperienza, professionalità e massima attenzione verso la persona nel cuore di Chiavari offre la possibilità di trattamenti e cure all’avanguardia.
«Il Centro Polifunzionale "Un Dojo" è rivolto davvero a chiunque - spiega Stefano Chiola, naturopata, esperto in medicina tradizionale cinese e bioenergetica - dal bambino di pochi mesi affetto da crosta lattea all’anziano che desidera curare al meglio l’osteoporosi». Nella polifunzionalità del centro, è racchiusa sia la chiave del successo sia la filosofia del gruppo. «È un centro di medicina integrata, ovvero: mettiamo a disposizione del paziente tecniche naturopatiche, medico-omeopatiche, fisiche ed energetiche ma, al contempo, si tiene in forte priorità l’integrazione delle stesse con la medicina tradizionale» . «Un esempio? Se un paziente assume già farmaci per abbassare la pressione, noi affianchiamo il nostro lavoro e le terapie naturali alla cura consueta, cercando di migliorare l’equilibrio fisiologico per riportare salute e benessere. Con questa sinergia si cerca di ottimizzare l’integrazione nell’ottica del benessere olistico dell’individuo».
Un Centro naturopatico (dove professionisti si avvalgono dell’esperienza dell’energetica tradizionale cinese e ayurvedica con tecniche corporee, idroterapiche e energetiche); un Centro arte del movimento (ben diverso dalle palestre: qui, l’obiettivo è offrire un supporto per il mantenimento, la riacquisizione e la correzione della salute fisica); un Centro di aggiornamento (nato per avvicinare sempre più le persone alla medicina integrata partendo da un gradino fondamentale: la conoscenza della stessa materia); un Centro medico (con specialisti pronti a tratteggiare il quadro olistico medico della salute di ogni paziente e a valutare le differenti soluzioni per raggiungere il trattamento più efficace); sauna, bagno turco, centro dimagrimento, fitness training e antistress. È tutto questo, il Centro polifunzionale «Un Dojo». E non solo.
«Non è facile far comprendere a parole il significato di "medicina integrata" - afferma Chiola - allora, meglio illustrare un caso limite: il trattamento "integrato" del tumore. Nessuno può ragionevolmente consigliare al paziente di eliminare le terapie mediche tradizionali, certo. Però, intervenire sinergicamente con trattamenti complementari, consigliando l’integrazione di cure "naturali", come l’agopuntura per lenire quei sintomi di nausea e vomito che compaiono dopo la chemioterapia, o la fito-omeopatia per il drenaggio fisiologico rientra nell’ottica della medicina integrata. E ancora: le tecniche di rilassamento e i gruppi di supporto psicologico possono essere utilizzati per ridurre lo stress, migliorare l’umore e, quindi, plausibilmente, per aumentare il sistema immunitario».
«Colui che conosce gli altri è sapiente; colui che conosce se stesso è illuminato; colui che vince un altro è potente; colui che vince se stesso è superiore». Quello che Lao Tzu predicava nel V secolo a.C., non è un traguardo impossibile. Basta sapere ascoltare il proprio corpo,la mente e le emozioni triade di base per la salute. Una sinergia integrata di terapie e trattamenti sono la base del lavoro svolto presso il Centro «Un Dojo».