Il Centro Est non riesce più a fare neppure un consiglio

(...) Numero insufficiente a garantire il numero legale in caso di assenza dell’opposizione. E così il centrodestra ha fatto due conti, regolamento alla mano. «Alcuni di noi non volevano neppure entrare in aula - ha fatto presente Vincenzo Falcone, capogruppo di An - ma così la maggioranza avrebbe avuto l’opportunità di chiedere lo slittamento di un’ora del consiglio. Per questo ho suggerito ad alcuni colleghi di entrare». Insieme a lui, hanno finto di dare una mano alla sinistra anche Roberta Bergamaschi e altri consiglieri. Poi, appena la seduta è stata dichiarata valida, sono usciti dall’aula facendo mancare il numero legale. «Ancora una volta abbiamo dimostrato come questa maggioranza boriosa non riesca a governare», sottolinea Falcone.
Ieri sera a tagliare le gambe al centrosinistra è stato ancora un esponente dell’Udc (la volta scorsa era stata Maria Peter, che aveva portato alla sinistra i voti presi sotto l’egida Pdl). Emanuele Russo non si è presentato.