Centro di identificazione per ridurre i reati «firmati» dai clandestini

Il giorno dopo lo choc del doppio stupro in Riviera, la Liguria non smette di interrogarsi sulla presenza dei «profughi» ospitati nei centri di accoglienza. L’arresto del ghanese non può certo provocare una reazione indiscriminata e razzista nei confronti di tutti i nordafricani giunti a Lampedusa e smistati in tutta Italia. Ma non può neppure portare a un menefreghismo di comodo. Non si può ricominciare il programma di ospitalità come se nulla fosse accaduto. (...)