Centro storico Apre i battenti la casa di quartiere del ghetto

Inaugurata nella zona del Ghetto di Genova, in vico della Croce Bianca, la «Casa di quartiere del ghetto», luogo di aggregazione sociale che sarà gestito da un un consorzio di associazioni capitanato dalla Comunità di San Benedetto al porto fondata da Don Andrea Gallo. Nel corso dell’incontro al quale hanno partecipato l’assessore comunale alle Politiche abitative Bruno Pastorino e lo stesso don Andrea Gallo è stato ricordato come l’intervento, che prende il nome simbolico di «Ghettup», (dall’inglese «alzati») per testimoniare la volontà del quartiere di uscire dal degrado, sia stato reso possibile dallo stanziamento di 7,8 milioni di euro da parte del ministero delle Infrastrutture (fondi dei «contratti di quartiere»).
Risorse pubbliche che ne hanno attivate altrettante da parte di privati. La Casa di quartiere è destinata a diventare un luogo d’incontro con varie attività di laboratorio e sono già un centinaio gli immigrati iscritti ai corsi gratuiti di alfabetizzazione. Tra le altre attività, vi troverà spazio anche uno sportello legale.