Il centrodestra fa «festa» nella provincia rossa

Dopo Forza Italia, che aveva scelto ad agosto Fiumaretta per una serie di incontri politici fra esponenti del partito, iscritti e simpatizzanti, anche Alleanza nazionale sceglie lo Spezzino per organizzare la festa del partito in Liguria. Alla presenza di una parata di big: nella serie di appuntamenti della «Festa tricolore» previsti per oggi a Marola, nel Comune della Spezia, si avvicenderanno innanzi tutto l’ex ministro delle Telecomunicazioni Mario Landolfi e il senatore della Margherita Egidio Banti, impegnati (alle 18 e 30) in un serrato confronto dialettico sul tema «Finanziaria, pensioni, crescita economica: che autunno ci attende?».
Seguirà alla sera, ore 21, il primo dibattito dedicato ai temi del territorio: l’ex assessore regionale e attuale coordinatore provinciale di An Giacomo Gatti e l’onorevole Andrea Orlando, diessino, membro della Commissione Bilancio e Programmazione della Camera dei Deputati.
Gatti e Orlando parleranno a tutto campo sul futuro di La Spezia. Un incontro che si annuncia molto suggestivo, e che in particolare gli attivisti di Alleanza nazionale giudicano «un antipasto dell’imminente campagna elettorale per le amministrative di primavera, in quanto mette a confronto due differenti prospettive di sviluppo della città, viste dalla particolare ottica di due quarantenni con un lungo percorso di impegno politico alle spalle e significative esperienze istituzionali e di governo».
Non mancheranno, comunque, alla «Festa tricolore» di Marola, i momenti ludici e di intrattenimento. A partire dalle 19 e 30, fra l’altro, apriranno gli stand gastronomici che - promette l’organizzazione - saranno dotati di «gustosi piatti della tradizione locale». Alle 22, opportunità di ballo per tutti con il sound dell’orchestra Barracuda.
Ma il momento culminante dell’appuntamento, dal punto di vista politico, sarà senza dubbio quello in programma per dopodomani. La «Festa tricolore» di Marola, messa a punto dalla Federazione spezzina del partito, durerà infatti fino a domenica, giorno in cui è atteso l’arrivo del presidente di An Gianfranco Fini che terrà un comizio alle 12: un’occasione particolarmente attesa in considerazione delle delicate scadenze legate alla ripresa politica autunnale.