«Il centrodestra non scivoli nel qualunquismo»

Non ci sta Fiorella Bazzurro, consigliere della Lista Biasotti nel Municipio Media Valbisagno, ad avallare le critiche mosse dal collega Maurizio Uremassi (Pdl) nei confronti del presidente Agostino Gianelli e, più in generale, della maggioranza di sinistra: «Un conto è fare opposizione rigorosa e coerente, un altro conto è criticare a senso unico». Uremassi, che è nello stesso schieramento di Fiorella Bazzurro, aveva parlato esplicitamente - come abbiamo riferito ieri su queste pagine - di «situazione insostenibile e riunioni inconcludenti, convocate solo per garantirsi il gettone di presenza», con il presidente del Municipio che si tiene nel cassetto le mozioni della minoranza e la sinistra che impedisce il dibattito. «La realtà, pur nella normale dialettica politica, è un’altra - dichiara Fiorella Bazzurro -. Posso testimoniare che, a fatica, ma con impegno, siamo riusciti a trovare risposte positive per la cittadinanza. In particolare, in commissione sanità abbiamo ottenuto il via libera al servizio di accoglienza distrettuale e intravisto la soluzione per il problema della piastra ambulatoriale in via Struppa, ex istituto Doria». Il resto, aggiunge ancora l’esponente della Lista Biasotti, è solo polemica sterile e qualunquista, anche perché viene da... pulpiti che non avrebbero titolo per criticare: «Forse Uremassi ha giudicato inutile la seduta dedicata alla sanità - incalza Fiorella Bazzurro - perché è arrivato solo a pochi minuti dalla fine. In ogni caso, ha incassato regolarmente il gettone». Meglio evitare strumentalizzazioni, e darsi da fare a vantaggio della gente: è questo l’appello di Bazzurro rivolto alla maggioranza, ma anche a qualche esponente dell’opposizione «che dovrebbe agire sempre con correttezza, serietà e obiettività».