Il centrosinistra: Berlusconi non deve parlare

Nessuno comizio contro il governo o per il sì al referendum nell’aula di palazzo Marino, nel corso della prima seduta del consiglio comunale presieduta venerdì pomeriggio da Silvio Berlusconi nella sua veste di consigliere più votato. A chiederlo i rappresentanti dell’Unione ieri durante la conferenza dei capigruppo. «Siamo sicuri che Berlusconi si atterrà scrupolosamente alla sua funzione di garante - spiega Marilena Adamo (Ulivo) -. Ma se così non fosse e se l’ex premier si producesse in discorsi che esulano dall’agenda istituzionale dei lavori, chiederemo di aprire il dibattito sulle questioni politiche da lui sollevate». Il rischio è quello che, nonostante i tentativi di dialogo avviati da Letizia Moratti, si arrivi già alla prima seduta allo scontro aperto tra maggioranza e opposizione.