Cerca la rivincita in Repubblica Ceca

Autostrade

Autostrade ha chiesto all’Antitrust ceca (Uohs) di indagare su una gara per un sistema di pedaggi elettronico vinta da un concorrente. Autostrade, che ha seguito l’esempio di un’altra società insoddisfatta dell’esito dell’appalto, ritiene di essere stata ingiustamente eliminata dalla gara indetta dal ministero dei Trasporti e vinta dall’austriaca Kapsch. Secondo il ministero, la società italiana è stata esclusa, insieme ad altri due pretendenti, per non avere rispettato le condizioni della gara. «Dobbiamo insistere su quello che abbiamo detto ripetutamente, che Autostrade ha rispettato tutti i criteri richiesti per la gara», sostiene il direttore generale di Autostrade, Giovanni Castellucci, secondo cui «l’eliminazione è il risultato di un’interpretazione arbitraria della documentazione della gara e della normativa sugli approvigionamenti pubblici». L’offerta di Kapsch da 640 milioni è stata la seconda più alta tra le quattro pervenute.