Ceriale si conferma roccaforte di Silvio

Il Popolo della Libertà trionfa anche a Ceriale. Il nuovo primo cittadino è Ennio Fazio che ha convinto il 56,307 per cento degli elettori del Comune del Savonese conquistando 2.187 voti e 11 seggi in consiglio. Quattro seggi andranno a Giovanni Battista Ravina, della lista civica «Tre spighe di grano» che può contare soltanto sul 35 per cento dei consensi e 1.381 voti. Un seggio solo, ma pur sempre rappresentata per la Sinistra Arcobaleno di Silvio Gaggeri che porta a casa l’8,135 per cento dei consensi. Ceriale, come altre località della riviera di ponente, si conferma quindi roccaforte del centro destra, anche nel segno della continuità. Tra le priorità indicate da Fazio il collegamento con il depuratore consortile, il palazzetto sportivo, il centro ricreativo per anziani e il porto con la passeggiata panoramica.
A Laigueglia non ce l’ha fatta Giovanni Regesta, direttore del dipartimento Testa Collo del San Martino di Genova alla guida della lista civica «Rinnovare Laigueglia» sostenuta dal Pd con l’apporto de La Destra. L’ha superato Franco Maglione, candidato della lista Civica Uniti per il domani che conta sul 57,96 delle preferenze e 8 seggi. «Un ottimo risultato che premia la nostra campagna elettorale rivolta a tutte le categorie della città» ha detto il neo sindaco che, come da copione ha voluto ringraziare tutti gli elettori e anche la squadra che l’ha aiutato e sostenuto in questa competizione. Nei programmi da realizzare subito una spinta al turismo, e un occhio di riguardo al piano case e agli interventi in materia urbanistica, anche in tema di mobilità.
A Rialto, comune dell’entroterra finalese, il 66,097 per cento dei consensi ha incoronato Sivio Casanova, della lista civica «Uniti per Rialto», sindaco della cittadina del ponente. Casanova succede ad Andrea Quaglia, deceduto nel maggio scorso. Cede il passo Cosimo Melacca che con la lista Vivere Rialto ha conquistato soltanto il 33 per cento dei consensi. Casanova può contare su una ricca esperienza amministrativa con 5 anni di opposizione nella penultima legislatura e 4 anni come vicesindaco, di cui l’ultimo nel ruolo di vicesindaco reggente. Nel Comune, che conta 576 residenti, si è presentato alle urne il 67,89% degli aventi diritto al voto, contro il 66,03% della precedente tornata elettorale.
«Sono molto soddisfatto, in primo luogo, dell’affluenza alle urne - Casanova - dice in secondo luogo posso dire che avvieremo fin da subito il nostro programma amministrativo presentato ai rialtesi, dal Parco Eolico alla raccolta differenziata».