Cerignola, padre suicida Si è gettato sotto il treno: si cercano le due figlie

Matthias aveva preso le gemelline dalla ex moglie a Losanna. Ieri sera si è tolto la vita alla stazione di Cerignola. Si cercano le due bimbe di 6 anni (<em>nella foto</em>). La mamma: &quot;Non ho perso le speranze&quot;. Gli investigatori: &quot;Potrebbe averle uccise&quot;

Cerignola - Matthias ha deciso di farla finita. Ha aspettato l'Eurostar Milano-Bari alla stazione sbagliata. Il treno non fermava a Cerignola e se l'è portato via. L'hanno riconosciuto dai documenti e dalla fede al dito. Il ricordo di Irina, la moglie che l'aveva lasciato e si era trasferita a Losanna insieme alle loro gemelle di 6 anni, Livia e Alessia. Ma le bimbe avrebbero dovuto essere con lui. Le aveva caricate in macchina il 28 gennaio. "Un week end con papà e lunedì le riporto per la scuola". Ma a scuola le bimbe non sono mai tornate. E ora sono partite le ricerche in tutta Italia. Fino in Costa Azzurra. Dai dintorni della stazione di Cerignola, dove Matthias ha lasciato l'Audi parcheggiata e chiusa a chiave, fino a Marsiglia, da dove, il 31 gennaio, aveva scritto una cartolina alla ex moglie.

Le speranze di Irina La mamma delle due bambine ora si trova a Marsiglia, nel commissariato di polizia proprio perché il 31 gennaio scorso da quella città il marito le aveva inviato una cartolina. Irina ha raccontato al telefono ad Alfredo Fabbrocini, dirigente della mobile di Foggia, di essere sconvolta ma di non aver perso la speranza di ritrovare le sue due bambine. Si chiama Irina Lucidi, di 44 anni: la sua famiglia è originaria di Ascoli Piceno, ma da anni si è stabilita a Losanna. Nella cartolina arrivata alla donna l’uomo aveva scritto di essere disperato e di sentirsi perso senza di lei. Nessuna firma delle figlie. L’uomo a Cerignola non ha lasciato nessun biglietto e nessuna traccia che possa far risalire al luogo dove potrebbero essere le due bambine.

Le ricerche e i sospetti Le forze dell'ordine sospettano che Matthias Schepp, 43 anni, di origine canadese, abbia deciso di farla finita dopo aver nascosto lungo la strada da Marsiglia a Cerignola il cadavere delle due piccole. Sono cominciate lungo i binari della stazione le ricerche dei cani per trovare tracce delle due gemelline. Al momento sono utilizzati nelle ricerche due cani, un labrador della Protezione Civile e un labrador dei vigili del fuoco. Un terzo cane, un pastore tedesco dei vigili del fuoco, è in attesa di essere utilizzato fuori dalla stazione. I cani, prima di entrare nella stazione hanno odorato l’interno della vettura che l’uomo ha lasciato fuori della stazione chiusa a chiave.