Una cerimonia per Serpico ucciso 25 anni fa dai Nar

L’appuntato fu ucciso nel 1980 davanti al liceo Giulio Cesare

Venticinque anni fa 4 membri appartenenti ad un commando dei Nuclei armati rivoluzionari uccidevano l’appuntato di polizia Francesco Evangelista, conosciuto con il nome di «Serpico». Questa mattina alle 10, in occasione dell’anniversario della strage, il questore Marcello Fulvi deporrà una corona d’alloro al posto del capo della polizia Giovanni De Gennaro alla lapide all’interno del commissariato di Porta Pia dove l’agente prestava servizio. La mattina del 28 maggio dell’80, Evangelista era con la guardia Giovanni Lorefice e all’appuntato Antonio Manfreda, davanti al liceo classico Giulio Cesare quando i 4 giovani armati esplosero alcuni colpi di pistola. I primi due erano in borghese in una Fiat 127 con targa di copertura mentre il terzo era in divisa davanti al liceo. Evangelista morì in ospedale. L’anno dopo furono arrestati con l’accusa di omicidio 5 persone tra le quali Valerio Fioravanti e Francesca Mambro.
Alla cerimonia interverranno tra gli altri il cappellano della Polizia di Stato Nicola Tagliente e l’assessore capitolino alle Politiche per la sicurezza Liliana Ferrano in rappresentanza del sindaco.

Annunci

Altri articoli