Cernobyl: Ucraina commemora anniversario dell’incidente

Kiev - Nella notte fra sabato e domenica l'Ucraina ha celebrato il 23mo anniversario dell'incidente nucleare di Cernobyl, verificatosi il 26 aprile del 1986 alle 01.23 locali. "Ricordiamo con profonda tristezza gli eroi che si sono sacrificati per noi e per i nostri figli", si legge in un comunicato del presidente ucraino Viktor Yushchenko. Le autorità e molti cittadini hanno deposto corone di fiori davanti al monumento a Kiev dedicato alle vittime dell'incidente. Le commemorazioni si sono celebrate in tutto il Paese. Nella notte fra il 25 e il 26 aprile del 1986, si verificò l'esplosione del reattore numero 4 della grande centrale nucleare sovietica che rilasciò nell'atmosfera enormi quantitativi di sostanze fortemente radioattive, i cui effetti nocivi per gli organismi viventi sono presenti ancora oggi. Quello di Cernobyl è il più grave disastro nucleare della storia: provocò nei primi giorni 31 vittime, ma è incalcolabile il numero di persone che in seguito all'esposizione diretta alle radiazioni si sono ammalate più o meno gravemente ed hanno perso la vita. Le ultime stime parlano di 25 mila "liquidatori" (i volontari in gran parte russi, ucraini e bielorussi che si adoperarono per contenere l'incidente) morti, e almeno 2,3 milioni di persone che hanno patito gli effetti del disastro.