Cerro Maggiore, prosciolto Paolo Berlusconi

Prescritta l’accusa di false fatturazioni a carico di Paolo Berlusconi, formulata nell’ambito di un’inchiesta iniziata nel 1997 sulla Simec Spa, società autorizzata dalla Regione Lombardia a gestire l’impianto di smaltimento di rifiuti di Cerro Maggiore, che si trova tra Milano e Varese. Berlusconi, in primo grado, era stato condannato a quattro mesi e 15 giorni di reclusione.
Nella causa erano coinvolti anche gli imprenditori Giovanni Butti, condannato in primo grado a tre mesi e 15 giorni, Luciano Gilardoni (tre mesi), e Giulio Schmidt, assolto in primo grado ma per il quale la pubblica accusa aveva chiesto un anno e quattro mesi di reclusione.
La Corte, ieri, ha applicato la prescrizione per Berlusconi, Gilardoni e Butti, mentre ha confermato la sentenza assolutoria per Schmidt.
Il procuratore generale Laura Bertolè, lo scorso 22 settembre, aveva invece chiesto la conferma delle condanne di primo grado e la revoca dell’assoluzione di Schmidt.