Il Certain Regard va a un romeno premio speciale a Bruni Tedeschi

La vittoria al Certain Regard di California Dreamin’ di Cristian Nemescu e un probabile atteso riconoscimento nel Palmares di domani di 4 mesi, 3 settimane, 2 giorni di Cristian Mungiu sottolineano il pieno fermento del cinema in Romania. Con California Dreamin’ il giovane Nemescu ha lasciato un testamento scanzonato, ma privo dello scetticismo che caratterizza una parte del cinema dell’Est e anzi pieno di amore per la vita e fiducia nel futuro. Nella stazione ferroviaria del piccolo villaggio romeno immaginato da Nemescu si ferma durante la guerra del Kosovo nel 1999 un convoglio della Nato. Si consuma uno scontro/incontro di culture che rappresenta il rapporto tra i Paesi economicamente più avanzati e il resto del mondo. Il premio speciale della giuria è andato ad Actress dell’attrice italiana Valeria Bruni Tedeschi, al suo secondo film. Nessun riconoscimento invece a Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti.