Un certain regard Vince il greco «Dente di cane» (e la giuria litiga)

La giuria internazionale presieduta da Paolo Sorrentino, che l'anno scorso col «Divo» ebbe il premio della giuria nel concorso principale, ha attribuito ieri il premio «Un certain regard» a «Dente di cane» di Yorgos Lanthimos. Per placare la diversità di vedute è stato attribuito anche il Premio della giuria a «Polizia, aggettivo» di Cornelu Poromboiu, e il Premio speciale Un certain regard ex-aequo a «Gatti persiani» di Bahman Ghobadi e al «Padre dei miei bambini» di Mia Hansen Love. Un film ogni cinque dei venti partecipanti è stato così citato come meritevole.