Certificati, servizi e anche reclami: tutti in fila sul camper del Comune

L’informazione arriva direttamente a casa dei cittadini, così come l’ufficio dell’anagrafe, l’avvocato, i depliant delle mostre, le carte della città e dei mezzi. Questa la filosofia di InfoMilano il camper del Comune che gira per i quartieri per aiutare i milanesi a conoscere servizi, attività, novità. Mercati rionali, feste di vie, Idroscalo, piazza Duomo, università: il Comune si mette quatto ruote e via, in tour per le strade.
Infomilano ha già macinato parecchi chilometri in queste prime 30 tappe - appuntamento il 4 settembre in piazza Duomo per «lo sport in piazza» e il 12 all’autodromo di Monza - raccogliendo l’entusiasmo dei cittadini. Dal 22 giugno al 7 agosto, infatti sono stati 5101 i cittadini (60% donne e 40% uomini) che si sono rivolti all’ufficio itinerante di Palazzo Marino. «Ai cittadini - spiega l’assessore al Decentramento Andrea Mascaretti, che ha coordinato e seguito il bus - abbiamo illustrato i servizi del Comune come il call center 02.02.02, rispondendo a 2400 domande, rilasciato 215 certificati anagrafici, mentre i 3 avvocati a bordo hanno tenuto 22 incontri per fornire consulenza legale gratuita». Dove sono i cantieri, quali centri anziani sono aperti, come avere una tessera del bike sharing, come aprire un’attività: grazie alla collaborazione con i vari assessorati e a pc in rete i 3 operatori a bordo del camper hanno potuto rispondere ai quesiti più diversi e indirizzare i milanesi agli sportelli competenti
Non solo, gli abitanti delle 9 zone ne hanno approfittato anche per segnalare, mentre facevano la spesa o portavano a spasso il cane, una cinquantina tra buche nella strada, lampioni rotti, piante morte, cartelli divelti, insomma tutto ciò che in città non funziona. «Le segnalazioni sono molto preziose per noi - spiega ancora Mascaretti - perchè ci hanno permesso di disegnare una mappatura della “Milano che non va“. I nostri operatori in tempo reale hanno potuto inserire le segnalazioni nel sistema operativo del Comune. Il giorno seguente 80 vigili muniti di palmare sono andati a controllare sul posto i disservizio, corredando la scheda con foto, inviata direttamente all’ufficio competente. Con questo sistema grazie alla collaborazione di tutti, a partire dai cittadini, abbiamo dimezzato i tempi di intervento».
Una bella comodità, non c’è che dire, avere uno sportello informativo del Comune proprio sotto casa, soprattutto per chi, anziani ma non solo, non possiede un pc, o non sa usarlo. Ma ci sono anche tanti cittadini che non conoscono a fondo i servizi offerti dall’amministrazione. Lo dimostrano i 900 volantini illustrativi delle attività dedicate ai giovani, 4050 sui centri estivi per bambini, 2450 depliant sui servizi di zona, i 300 libretti sui parchi, le cascine e i centri benessere all’ombra della Madonnina. A che si può esporre la spazzatura? «Sono una vedova e ho figli a carico, esiste qualche aiuto?» «Devo modificare i dati sulla carta di identità». «Come si aggiornano i dati per il pagamento della Tarsu?» «Nella mia via lava la strada senza spostare la macchina»: ecco le problematiche con cui si confrontano quotidianamente i milanesi.
Nessuno riesce a resistere alla comodità di un ufficio informazioni itinerante, anche i turisti ne hanno approfittato. Grazie agli operatori che parlano inglese e francese i visitatori sono riusciti ad avere non solo tutte le risposte che cercavano ma se ne sono andati con 8420 cartine della città, 5100 mappe dei mezzi, 950 volantini sulle mostre e degli eventi dell’estate a Milano sotto braccio.