Cerveni inaugura la collana Altrichef

Stefano Cerveni è nato a Rovato (Brescia) nel novembre 1969. Figlio e nipote di osti e ristoratori, titolari del Due Colombe nella stessa Rovato, 030.7721534, verso la fine degli anni Novanta ha preso in mano forni e fornelli del locale, sviluppando una linea di cucina che ora riversa in un libro con un titolo che è un omaggio alle bollcine della zona: Il Franciacorta nell’anima, nel bicchiere e nel piatto. Ed è con questa fatica che la Trenta Editore di Barbara Carbone inaugura la collana Altrichef. Gli altri chef, a leggere le note tra le righe, sono quelli che la critica non ha ancora scoperto e acclamato ma che sono bravi come Adrià anche senza usare l’azoto liquido e senza pavoneggiarsi come «soliti illustri ipervotati iperclassificati iperprenotati maghi dello schermo culinario». E lo stesso Cerveni ricorda come un incontro con l’editore si sia svolto in un «blasonato ristorante ai vertici delle valutazioni sulle principali guide gastronomiche. Di prelibato c’era solo il vino, per il resto stenderei un velo pietoso». Il nome? Segreto, ovvio. Libro singolare, a più note, quasi uno spartito musicale da suonare e cucinare con animo lieto e possibilmente mai annuvolato.