Cervo investito in viale Fulvio Testi

L’animale, che vive da tre anni al Parco Nord, si è nascosto nel bosco

Hanno abbandonato le tavole imbandite di panettoni e spumanti per correre ad aiutare la loro mascotte Libero, il cervo che da quasi tre anni vive al Parco Nord e che ieri, nel primo pomeriggio è stato investito da una Fiat Punto che transitava in viale Fulvio Testi. Erano da poco passate le 15 quando il centro del consorzio di via Clerici a Sesto San Giovanni ha avvertito tutte le guardie ecologiche volontarie che da anni «coccolano» il grande mammifero lasciandogli mele di cui è ghiotto nei posti dove sanno si rifugia. Il cervo, un esemplare ormai adulto, forse a causa del freddo degli ultimi giorni, si era avvicinato alle abitazioni in cerca di cibo e di un riparo più caldo, ma spaventato dal rumore del traffico ha cercato di attraversare l'arteria di scorrimento veloce che collega la Brianza con Milano. Violento l'impatto tra la vettura e l'animale che ha fatto così ritorno verso l'area verde. Il grosso quadrupede però in preda al panico si è trovato intrappolato tra le transenne che delimitano il cantiere della metrotramvia che sorge a ridosso del Parco Nord. La donna alla guida della Punto ha subito lanciato l'allarme. Le forze dell'ordine e le guardie ecologiche hanno trovato il cervo ferito ancora imprigionato tra la recinzione. A nulla sono però serviti i tentativi fatti per calmarlo e poterlo avvicinare e curare. Il cervo è infatti riuscito ad aprirsi un varco ed è fuggito nascondendosi nella parte più fitta del parco. Poliziotti, guardie ecologiche e i veterinari lo hanno cercato invano per tutto il pomeriggio delimitando l'area nella quale si è nascosto e bloccando l'accesso del pubblico. Le ricerche riprenderanno questa mattina.