Cesena e Bologna volano Il Rimini corsaro a Lecce

Silvano Tauceri

Giornata caratterizzata dal nervosismo, arbitri decisi: 10 espulsi (3 in Crotone-Albinoleffe) e 4 rigori, solo a Bologna e Spezia non ci sono stati né cartellini rossi né penalty. Posizione molto interessante per il Cesena, e per il Bologna che ha vinto il derby con il Modena e ha ritrovato Marazzina, con la conferma di Bellucci. Ha perso invece l’occasione il Lecce in una partita convulsa e decisa nei primi minuti, con l’autorete di Petras (che toccava il primo pallone dopo esser entrato per l’espulsione di Diamoutene) e raddoppio del Rimini con il solito Ricchiuti quand’era in dieci per il rosso a Peccarisi. Il Pescara non ha trovato vantaggio dal cambio dell’allenatore (Ammazzalorso per Ballardini), rischia Antonio Conte con l’Arezzo che non segna da 572 minuti.
Si dovranno attendere i recuperi del 1° novembre per la classifica reale con gli impegni del Brescia e del Cesena che interessano l’alta classifica, la Juventus è in ritardo di due gare, con il posticipo di domani sera a Treviso.