Il Cesena ferma il Napoli Segna Calaiò risponde Papa Waigo

Traverse di Sosa e Domizzi: finisce 1 a 1; partenopei in 10 negli ultimi minuti

Cesena. Due squadre che stanno bene e hanno divertito, gol, azioni spettacolari, millecinquecento napoletani al seguito. Inizia bene il Cesena e segna per primo il Napoli. Il merito è da dividere fra Trotta che da destra mette in mezzo un pallone perfetto, e Calaiò che di testa trafigge l’esperto Turci. È il 19’ del primo tempo, pochi minuti prima Lazzari non era riuscito a deviare in porta in scivolata mancando un gol clamoroso, con la difesa del Napoli completamente tagliata fuori. I problemi per la squadra di Reja arrivano tutti dalla destra e dal «fulminato» Papa Waigo che semina guai in continuazione. Due soli minuti dopo la rete di Calaiò, è proprio l’esterno del Cesena che si presenta solo nella metà campo napoletana, tutta la difesa è sorpresa, Iezzo tenta di andargli incontro ma viene trafitto da un pallone basso e preciso che sfiora ma non trattiene, è l’1-1 definitivo, settimo gol di Papa Waigo in campionato. Nel finale traverse di Sosa e Domizzi. Napoli in dieci negli ultimi cinque minuti per l’espulsione di Calaiò.
Classifica dopo 15 giornate: Juventus e Bologna 28, Piacenza e Napoli 27, Rimini 26, Genoa 25, Cesena 24, Mantova e Triestina 23, Bari e Frosinone 22, Albinoleffe e Brescia 20, Spezia 18, Lecce e Modena 17, Treviso 15, Crotone 14, Vicenza e Verona 11, Pescara 4, Arezzo 2.