Cessato allarme per Rubinho

Rubinho sta meglio e se anche oggi arriveranno segnali incoraggianti dal campo potrà definirsi completamente recuperato. Ieri il portiere brasiliano è stato infatti sottoposto ad una risonanza che ha escluso complicazioni dopo lo stato infiammatorio accusato alla parte superiore della schiena prima del match di Torino. Nel pomeriggio di ieri si è allenato a parte, ma sembra destinato, domenica con il Siena, a riprendersi il posto da titolare della porta rossoblù. Oggi invece inizierà la rieducazione a Chiavari Danilo Sacramento operato lunedì al ginocchio destro. «Dovrò lavorare sodo, ma un ambiente che garantisce serenità è importante in queste situazioni» ha dichiarato l'esterno rossoblù che dovrebbe rientrare nel gruppo a metà gennaio.
A Pegli è invece atteso l'arrivo del presidente Enrico Preziosi che verrà a caricare ulteriormente la squadra in questo finale d'anno. Il calendario offre infatti un'occasione importante per ripristinare le giuste distanze dalla zona retrocessione. L'obiettivo minimo del trittico composto da Siena in casa, Empoli fuori e Parma al Ferraris sono i sette punti che darebbero alla classifica una fisionomia diversa.
Sul fronte delle indagini sugli scontri prima del derby di via Monticelli sono stati infine rimessi totalmente in libertà (erano agli arresti domiciliari, ndr) Agostino Nelumbo e Andrea Biggi, un genoano ed un sampdoriano, colpiti dalla misura restrittiva il 21 novembre Ad un altro tifoso Ivanhoe Benigni, che era stato colpito da provvedimento di obbligo di firma tutti i giorni compreso il sabato e la domenica, il giudice ha tolto l'obbligo della doppia firma nel week end in quanto raggiunto dal provvedimento di Daspo del questore. Con questo provvedimento tutti i tifosi arrestati dalla Digos risultano ora in libertà.