Cessna scomparso: trovato un cadavere

Anche l’ultimo, sottile, filo di speranza, si è spezzato. È stato infatti ritrovato ieri pomeriggio il cadavere di uno dei due occupanti del bimotore Cessna 152 scomparso il 2 agosto.

Il velivolo partito da Padova e diretto a Foggia, al momento dell’incidente, stava sorvolando la zona tra Pesaro e Cattolica. Il corpo galleggiava a pochi metri dalla spiaggia «Bagni Lucio», sul lungomare centrale di Pesaro. C’è voluta qualche ora per identificarlo, il viso era sfigurato oltre che dallo schianto, dai tre giorni trascorsi in acqua in balia dei pesci: si tratta di Piergiorgio Pusiol, 40 anni, di Motta di Livenza e residente a Pramaggiore (Ve), allievo pilota, che affiancava l'istruttore Donato Campanaro, padovano di origine foggiana. Sono stati alcuni bagnanti a dare l'allarme, poi un bagnino è riuscito, insieme all'ex giudice di pace di Pesaro Antonio Calma, a recuperare il corpo e adagiarlo sulla battigia.